Il Complotto di Tirana, ovvero come beffarsi del sistema dell’arte italiana – Parte 1

Nell’estate del 2001, preparando la Biennale di Tirana, Giancarlo Politi fece infuriare Oliviero Toscani. Gli propose di curare una sezione della Biennali di Tirana. Si fidò ciecamente di uno scambio di mail con il fotografo. Peccato che il suo interlocutore non fosse il vero Oliviero Toscani. Continua a leggere Il Complotto di Tirana, ovvero come beffarsi del sistema dell’arte italiana – Parte 1

Eva Tea (1886-1971): Una pioniera degli studi storico-artistici e archeologici 

Per un lungo periodo il ruolo ricoperto da Eva Tea, nella storiografia artistica del Novecento, si riconobbe e circoscrisse per la sua collaborazione con l’archeologo Giacomo Boni. In realtà, l’importanza della studiosa deriva dalla sua attività su più fronti professionali; Tea fu storica dell’arte, archeologa e filantropa Continua a leggere Eva Tea (1886-1971): Una pioniera degli studi storico-artistici e archeologici 

Il ruolo dell’arte come specchio dell’attuale crisi ambientale

Il mondo contemporaneo, oggi, ci costringe a prendere atto dell’inadeguatezza del presente rapporto uomo-ambiente e dei sistemi sul quale è basato. Affiora così l’urgenza di reagire, di ricostruire e di ricercare un cambiamento attraverso una coesione sociale. L’arte occupa uno spazio intellettuale, creativo, sociale e innovativo, che può consentire risultati tangibili e sorprendenti per affrontare i problemi della sostenibilità. Continua a leggere Il ruolo dell’arte come specchio dell’attuale crisi ambientale

L’Arte del mercato dell’arte. Possiamo davvero parlare di una sua democratizzazione?

Status. Conflitti di interesse. Manie di possesso.
Nessuno di questi tre concetti sembra avere molto a che fare con la volontà – espressa a gran voce negli ultimi anni – di democratizzare l’arte, specie quella contemporanea. Eppure, al pari di qualsiasi altro sistema economico, anche (e soprattutto) quello dell’arte si nutre di essi. Nonostante ci lasci sorpresi, persino esaltati di fronte a cifre iperboliche, forse abbiamo bisogno di un po’ di disincanto. E di porci alcune domande.
Continua a leggere L’Arte del mercato dell’arte. Possiamo davvero parlare di una sua democratizzazione?